Carlo Pane, FNG: “si scrive Letta, si legge Lecca!”

Stampa

di Carlo Pane

Caro Direttore, ho appreso dalla pagina ufficiale che il Forum Nazionale dei Giovani ha espresso apprezzamento per il discorso programmatico di Enrico Letta. Ebbene, vorrei farle notare che, a differenza dei Forum giovanili locali, che sono caratterizzati in massima parte da cariche elettive, il Forum nazionale non è altro che un’associazione (articolo 1 dello Statuto), ovviamente gestita in toto dalla politica, tanto è vero che ai sensi dell’art. 18 dello Statuto “si riserva una quota di due componenti del Consiglio Direttivo alle organizzazioni giovanili di partito”. Ho avuto modo di vedere in prima persona, nel 2011, che effettivamente le cose stanno così, e che fortissima, se non determinante, è l’influenza della politica nella vita di un organismo che, a mio parere, viola tra l’altro i principi ispiratori della Carta Europea riveduta della partecipazione dei Giovani alla vita locale e Regionale (anche sul regionale ci sarebbe molto da ridire ).

Si premette infatti nell’introduzione, alla pagina 5, che “…I partecipanti alla conferenza hanno adottato la Dichiarazione di Cracovia, nella quale ribadiscono che i giovani sono cittadini dei comuni e delle regioni in cui vivono allo stesso titolo dei membri delle altre fasce d’età e che devono di conseguenza avere accesso a tutte le forme di partecipazione alla vita della società. Il ruolo dei giovani a favore dello sviluppo di una società democratica e in particolare nella vita pubblica locale e regionale viene confermato e ridefinito in quanto processo permanente”.

A questo punto, vorrei far osservare a Lei e a chi ha avuto la pazienza di leggere finora che:
1) I Forum cittadini sono Istituzioni in tutto e per tutto, in quanto riconosciuti da un’autorità pubblica (Sindaco) con atti formali ed in massima parte caratterizzati da cariche elettive, come avviene ad esempio per il Consiglio direttivo a Sorrento;

2) In Penisola abbiamo un componente di tal Forum nazionale (Commissione Legalità, Cittadinanza Attiva e Servizio Civile) : ebbene, i Forum locali non sono stati minimamente coinvolti in tale nomina (chi l’ha fatta?) ed a questo punto sarebbe anche lecito chiedersi a che titolo vengono rilasciate dichiarazioni come quella odierna che non solo non ci rappresentano in alcun modo , ma che confondono il colore politico con l’attivismo giovanile ;

3) Che senso ha un’associazione nazionale (notare bene: associazione e non istituzione), considerato l’abissale mancanza di rappresentatività che intercorre tra un’organo “di palazzo” (mi verrebbe quasi da dire “una giovane casta”) e le realtà locali?

Una risposta l’avrei: tutto ciò serve, oltre che a ingraziarsi il presidente di turno, a far rilasciare dichiarazioni fasulle come Il discorso programmatico del Presidente del Consiglio Enrico Letta trova pieno apprezzamento da parte del Forum Nazionale dei Giovani. Dichiarazione dalla quale, in veste sia di cittadino che di consigliere, mi dissocio con decisione.

Riporto qui sotto il link
http://www.forumnazionalegiovani.it/news/2013/04/il-fng-esprime-apprezzamento-al-discorso-programmatico-di-enrico-letta.aspx