Un esempio da seguire, bilancio d’attività del consigliere Schisano

Stampa

A. Schisano (Pd)

SORRENTO – Un esempio di buona prassi politico-amministrativa, soprattutto in una stagione di cambiamenti, ci sembra l’iniziativa assunta da Alessandro Schisano (Pd), consigliere comunale di opposizione, che ha redatto e diffuso una newsletter con la quale rende conto del proprio operato amministrativo in modo chiaro, sintetico ed esaustivo offrendo lo spunto, a chiunque lo voglia, di approfondire e di confrontarsi sui temi proposti e di individuarne di nuovi. Si dirà che esistono gli albi pretori con la pubblicazione degli atti, gli uffici e i comunicati stampa, i giornali, i siti web e social network. E’ vero, ma la formula adottata da Schisano sembra utile e funzionale a una comunicazione essenziale e nello stesso tempo esauriente. Se gli Assessori, per esempio facessero la stessa cosa, offrirebbero una panoramica aggiornata del proprio operato utile a valutarne l’impegno e la fattività nei settori di specifica competenza…

Scrive Schisano nella sua Newsletter: A metà percorso – per “rendere conto” della delega ricevuta nel 2010 – ho provato a mettere insieme le attività e gli impegni di questi due anni e mezzo da consigliere comunale di minoranza.
ALCUNI NUMERI
Presenze: sono stato presente a tutte le sedute di Consiglio Comunale, con l’eccezione di alcune delibere per le quali mi sono allontanato dall’aula al momento del voto per ragioni di natura politica, e per due volte dove, per motivi di lavoro, non sono stato presente per alcuni argomenti all’ordine del giorno.
Interrogazioni: 90.
Proposte e ordini del giorno: 19.
Alcune mie proposte e/o interrogazioni hanno reso possibile il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Aule multimediali / laboratori ricavati nei locali seminterrati della scuola T. Tasso:
  • Minori spese: avvocato comunale. Nel 2009 e nel 2010 si sono spesi circa 275.000 euro l’anno per spese legali. Oggi il Comune di Sorrento ha un avvocato comunale che dovrebbe consentire di ridurre questa spesa nei prossimi anni.
  • Meno passaggi burocratici: commissione edilizia comunale. Era un organo consultivo composto da tecnici nominati dal Sindaco che esprimeva pareri in materia edilizia-urbanistica. Oggi questa commissione non esiste più.
  • Aiuti alle fasce più deboli: contributi per sostenere il pagamento del costo del fitto dell’abitazione. Nel 2012 con un emendamento al bilancio di previsione sono stati stanziati 25.000 euro ed è stato istituito un fondo comunale al quale hanno avuto accesso cittadini in possesso di determinati requisiti che hanno presentato apposita domanda e documentazione in seguito ad un avviso pubblico.
  • Parcheggi interrati pertinenziali: verifica della sistemazione a verde della copertura dei parcheggi pertinenziali interrati realizzati negli anni passati e convenzioni (ancora non approvate) per l’uso pubblico di alcune di queste aree. Le mie azioni su questo tema sono state tese a fare in modo che per lo meno il costo “ambientale” che tali interventi hanno avuto in diverse aree del nostro centro urbano fosse “mitigato”.

Attraverso interrogazioni e proposte ho portato all’attenzione del Consiglio Comunale molti “temi”. Facendo adesso un bilancio, mi sono accorto che ho speso gran parte delle energie principalmente per cercare di migliorare la qualità (ma anche la quantità) di “beni comuni” e per individuare quelli che, a mio giudizio, potevano essere dei potenziali sprechi di fondi pubblici.
Sono fermamente convinto che la qualità e quantità di “beni comuni” costituiscono la vera ricchezza di una comunità. Scuole, spazi pubblici, aree a verde, il paesaggio nel suo complesso, la valorizzazione dei beni culturali rappresentano – insieme alle politiche sociali – gli strumenti per assicurare ai cittadini una migliore qualità della vita. Rappresentano, inoltre, anche l’altra “faccia della medaglia”, perché sono il miglior biglietto da visita per i nostri ospiti. In tal senso, ho inteso raccogliere in tre «schemi tematici» le principali iniziative (per motivi di spazio non ho potuto inserirle tutte) con le quali ho cercato di promuovere la discussione in Consiglio Comunale e di sensibilizzare l’opinione pubblica su questioni di interesse comune. Non risparmiando di sollevare anche perplessità gestionali rispetto ai progetti o ai programmi inizialmente previsti e denunciando, laddove presenti, situazioni di colpevole degrado ed incuria dei nostri «tesori».

BENI COMUNI
– Progetto del Parco “Ibsen” originario (che prevedeva una diversa destinazione degli spazi) e quello poi effettivamente realizzato;
– Stato di abbandono della pineta e dell’immobile comunale a Le Tore;
– Stato di abbandono e proposta per progetto di manutenzione e recupero dei campetti sportivi dello “Spasiano”;
– Stato della spiaggia libera in località S. Francesco/Marina Piccola;
– Servitù di pubblico calpestio per la visione del panorama su alcune terrazze lungo Via Capo;
– Stato del verde pubblico, sostituzione degli alberi abbattuti in questi ultimi anni (ad esempio per l’infezione delle palme) e applicazione del regolamento arboreo;
– Diversa destinazione di alcuni locali comunali al Chiostro di S. Francesco;
– Lavori in un fondo della proprietà comunale della Regina Giovanna;
– Lavori di manutenzione alla Biblioteca Comunale;
– Abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi pubblici;
– Destinazione di Villa Fiorentino e dell’annessa casa colonica;
– Interventi e lavori negli edifici scolastici comunali.

BILANCIO COMUNALE
– Spese per incarichi legali e spese per altre consulenze;
– Costi per la società mista “Penisola Azzurra”;
– Mancate entrate per fitto di immobili del patrimonio comunale;
– Proposta per impegnare in maniera alternativa le entrate derivanti dall’imposta di soggiorno (circa 2.000.000 di euro nell’anno 2012);
– Proposta di istituire un “portafoglio progetti” da utilizzare per avere accesso a fondi con bandi regionali/comunitari;
– Modalità di determinazione del compenso relativo alla direzione dei lavori del parcheggio pubblico Correale;
– Soppressione della figura del Direttore Generale;
– Regolamento per la concessione di benefici alle Associazioni.

ALTRO
– Ritardi nei tempi di realizzazione del “Centro Anziani”;
– Situazione di “stallo” dell’azienda ARIPS (Azienda Risorse Idriche Penisola Sorrentina) una volta esaurita ogni attività di fornitura del servizio idrico;
– Aumenti del costo di gestione del ciclo dei rifiuti urbani di competenza provinciale e progetto “Rifiuti Zero”;

– Progetto e procedimento per i lavori alla Scuola VittorioVeneto;
– Criteri di selezione del bando per Stage presso gli uffici comunali di giovani Architetti e Ingegneri;
– Proposte in tema di trasparenza e per l’istituzione dell’anagrafe degli eletti per informare i cittadini sull’attività degli amministratori;
– Proposta per la tutela ed il monitoraggio delle acque marine;
– Proposta di adesione all’associazione “Città del buon vivere” di cui era vice-presidente il Sindaco di Pollica Angelo Vassallo;
– Proposta di monitoraggio dell’aria per valutare l’inquinamento da polveri sottili;
– Proposta protocollo d’intesa per la valorizzazione del Museo Correale.

Per chi voglia approfondire o segnalarmi delle tematiche, inviarmi dei suggerimenti oppure, perché no, dare una mano, questi sono i miei contatti: www.alessandroschisano.itaschisano@gmail.com