Il Comune di Sorrento aderisce all’Earth Hour del WWF

Stampa

SORRENTO – Anche quest’anno il Comune di Sorrento aderisce all’Earth Hour, la manifestazione internazionale promossa dal Wwf per sabato 23 marzo, e finalizzata a sensibilizzare la popolazione sul tema della lotta ai cambiamenti climatici. Il programma dell’evento partirà alle ore 19 con un concerto di musica classica, al lume di candela e, a seguire, con la proiezione di foto di animali notturni, tratte dal libro “La vita segreta dei pipistrelli” dello zoologo Danilo Russo. Dalle ore 20 e trenta alle ore 22 e trenta, saranno spente simbolicamente le luci del Municipio, delle Antiche Mura e del museo Correale di Terranova…
Contemporaneamente, ancora presso al museo, si svolgerà una visita guidata attraverso il viale del giardino, popolato da antichi alberi, per giungere su una terrazza dove i volontari del Wwf offriranno consigli utili per risparmiare rirorse, evitare gli sprechi e salvaguardare l’ambiente, attraverso la riduzione di fondi di inquinamento.

Grazie ai telescopi messi a disposizione dagli esperti dell’associazione Astro Campania, sarà quindi possibile osservare le costellazioni e i corpi celesti. Seguirà il lancio nel cielo delle “lanterne della speranza“, simbolo del rispetto della vita e del pianeta, alla presenza del poeta Gianni Menichetti.

“Sul cambiamento climatico si erano sbagliati: è molto, molto peggio – spiega Claudio d’Esposito – gli effetti preoccupanti del cambiamento climatico cominciano a presentarsi, con notevole anticipo rispetto alle previsioni, con riduzione record del ghiaccio dell’artico, temperature altissime in diverse zone del globo, inondazioni, siccità e uragani.

Anche a livello locale nella nostra penisola abbiamo avuto qulache avvisaglia: devastanti incendi favoriti dalle torride temperature, pioggia con frane e smottamenti e gelo invernale, che ha fatto andare a mille le migliaia di stufe a pellet e legna, causando una distruzione dei nostri boschi senza precedenti!!! E’ tempo di invertire la rotta, tutti insieme, governi in testa. Le politiche di uscita dalla crisi economica devono assolutamente coincidere con quelle relative all’economia verde”

L’ora della terra, quest’anno, scocca sabato 23 marzo alle 20.30. Fino alle 21,30 in tutto il mondo monumenti, case, uffici, città, resteranno al buio per testimoniare la necessità di lottare contro il cambiamento climatico, nella convinzione che un’ora può diventare sempre, con l’impegno dei cittadini e dei governi per uno stile di vita sostenibile.

Sessanta minuti in cui, in tutto il mondo, si spegneranno gli interruttori per far scendere la “febbre” del surriscaldamento globale, a simboleggiare la volontà di sentirsi uniti in una sfida che nessuno può pensare di vincere da solo, ma in cui contano le azioni di ognuno.

Giunta alla settima edizione, Earth Hour è diventata un movimento globale che ha coinvolto 2 miliardi di persone, in 152 Paesi dei 5 continenti e oltre 7000 città in tutto il mondo, per l’unica cosa che abbiamo davvero in comune: il Pianeta. Sono rimasti al buio luoghi simbolo come la Basilica di S.Pietro, il Teatro alla Scala di Milano, piazza S.Marco a Venezia, la Torre di Pisa.

A Dubai si è spento il più alto grattacielo del mondo mentre a Londra una pista da ballo si è illuminata con la bandiera del Regno Unito grazie all’energia generata dal movimento dei corpi danzanti.

In penisola sorrentina i comuni che aderiscono spegneranno le luci di palazzi e monumenti, poi si cercherà di andare “oltre l’ora” incentivando politiche a favore della sostenibilità ambientale, dall’efficienza energetica ai sistemi di trasporto più sostenibili, dal risparmio di materia ed energia nella costruzione/ristrutturazione degli edifici al loro riscaldamento e approvvigionamento energetico basato sull’uso di fonti rinnovabili, da una più corretta gestione dei rifiuti  agli acquisti verdi nelle pubbliche amministrazioni.

Il Comune di Meta, ad esempio, pianterà nuovi alberi in città, S.Agnello investirà sull’illuminazione a LED, Sorrento progetterà l’allestimento di pannelli solari per l’autonomia energetica di alcune scuole e prevederà contributi per l’acquisto di bici elettriche.

Il WWF Penisola Sorrentina sarà al Museo Correale di Sorrento, a partire dalle ore 19, con una mostra fotografica dedicata alle creature del buio, un preludio per chitarra sulle note di Bach e la presentazione in anteprima del libro “la vita segreta dei Pipistrelli” di Danilo Russo, esperto di fama mondiale.

Poi ci si sposterà all’esterno, attraverso gli alberi secolari dello storico parco amici del clima, fino alla terrazza sul mare, dove ci saranno testimonial e stand espositivi legati al tema del risparmio energetico, la musica del duo Il Filo d’Arianna, i potenti telescopi di AstroCampania e le lanterne dell’associazione Ulyxes.

“Il Comune di Sorrento e la Fondazione Museo Correale hanno colto l’opportunità di questa iniziativa per raccontare insieme al WWF l’impegno del Comune nella lotta ai cambiamenti climatici e per lanciare un messaggio molto semplice: “unire le persone per salvare il pianeta”.

E’ da noi che deve partire il cambiamento, dai nostri gesti quotidiani e dalle nostre vite. Attraverso milioni di gesti indirizzati verso la sostenibilità vogliamo dimostrare che la mission WWF “vivere in armonia con la natura”, non solo è possibile ma è la migliore strada da percorrere, per tutti”.