Moscovicci, speriamo sia la volta buona per il cambiamento!

Stampa

di Ivan Moscovicci

Ancora una volta non posso che essere d’accordo con quanto detto da Vittorio, cui riconosco – anche dai vari interventi e dal suo attivismo sul web – una certa lucidità, sia nell’analisi che nelle posizioni che esprime. Purtroppo, sant’Agnello, più degli altri comuni peninsulari, per storia e vicende personali ha sempre vissuto la fase elettorale e quella precedente in maniera piuttosto sui generis, per usare un eufemismo, fatta di ripicche, pettegolezzi, fino ad arrivare a minacce o vere e proprie intimidazioni. Mi auguro che il vento del cambiamento abbia lascito alle spalle questo clima così cupo e pesante. Tuttavia, personalmente, non credo che si possa dire di aver voltato pagina, ma voglio sperare che la prossima consultazione sia l’inizio di un cambiamento “vero” così come auspicato da molti.

Si tratta, questa volta e solo per questa volta, spero, di scegliere il “male minore”, ma con l’intervento di Vittorio e di altri che avranno il coraggio di schierarsi, speriamo di poter “guarire l’ammalato” e dargli la possibilità – con programmi seri e persone nuove – di vivere, in seguito, una vita normale.