A Piano di Sorrento il PD si dissocia. D’Aniello: no a una politica urlata!

Stampa

PIANO DI SORRENTO – La notizia circolava già da alcuni giorni e alla fine si è materializzata: il gruppo di minoranza consiliare degli “In primo…Piano” perde un altro esponente che si costituisce gruppo autonomo in consiglio comunale. Si tratta del consigliere Antonio D’Aniello del PD. Questo è il testo del comunicato stampa: “…La nostra scelta è maturata in seguito alla scissione del gruppo consiliare “in primo Piano” voluta dal Cons. Anna Iaccarino. Il venir meno di un gruppo unitario dell’opposizione in consiglio comunale che facesse capo alla stessa lista che ci ha visto protagonisti durante le elezioni comunali ci fa capire che quell’esperienza è ormai archiviata e che bisogna trovare nuove strade…

La formazione di un gruppo autonomo consentirà al partito democratico di potersi caratterizzare in maniera più marcata sui temi del governo di Piano per essere più vicini ai cittadini, in questo modo anche i nostri iscritti potranno trovare maggior motivazioni nel lavorare assieme ad un nuovo progetto di città.

Il risultato nazionale, non soddisfacente ci ha consentito, nonostante tutto, di avere la fiducia di un elettore su cinque a Piano di Sorrento; su tale fiducia va ricostruito il percorso di partecipazione dei cittadini alla vita politica del paese. I prossimi mesi saranno convulsi e strategici, è il momento di sentirsi tutti impegnati.

Inizieremo subito con un gazebo in Piazza Cota sabato 23 pomeriggio dalle 16 alle 19. A livello comunale intendiamo farci promotori di una serie di proposte per migliorare il rapporto tra il cittadino e la pubblica amministrazione oltre che salvaguardare e valorizzare i beni comuni. Ci faremo promotori di una serie di proposte già a partire dal prossimo consiglio comunale.

“Le scelte responsabili non sempre pagano, il PD ha contrapposto alla politica urlata e agli slogan un programma di proposte serie e realizzabili. Non si è riusciti a trasmetterlo ai cittadini con la necessaria decisione – dichiara Antonio D’Aniello consigliere comunale – A livello locale e nazionale abbiamo bisogno di una fase di riorganizzazione, il risultato elettorale può essere la scossa che ci fa ripartire.

Bisogna essere più presenti tra la gente e nei luoghi del conflitto sociale. Non è questo il momento del disimpegno, iscritti, elettori e simpatizzanti devono sentirsi coinvolti in un nuovo progetto per l’Italia e nel nostro piccolo, per Piano. “