La “truffa svizzera” di Berlusconi

Stampa

di Salvatore Caccaviello

Salvatore Caccaviello

Com’era prevedibile, la Svizzera smaschera la truffa elettorale di Berlusconi, ridicolizzato ancora una volta agli occhi dell’Europa e senza la minima credibilità di fronte agli elettori. Con l’inganno della restituzione dell’Imu il Cavaliere si è guadagnato la nostra denuncia per i reati di voto di scambio e truffa elettorale, ora aggiunge alla sua bacheca della vergogna l’ennesima figuraccia internazionale“. Lo dichiara il leader di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia…

D’altra parte – prosegue – l’Imu è stata ideata proprio dal Governo Berlusconi e introdotta da Monti grazie al sostegno del Pdl, del Pd e del Terzo Polo. La tassa sulla casa è la più iniqua e ingiusta di tutte, per questo, al contrario degli altri partiti, Rivoluzione Civile intende abolirla e colpire invece i grandi patrimoni graziati dai cosiddetti tecnici e della maggioranza ABC. Questa è l’unica copertura finanziaria credibile, il resto sono solo frottole grandi quanto una casa: l’accordo con la Svizzera non lo può fare chi ha approvato lo scudo fiscale. Servono le mani libere e pulite come le nostre – conclude Ingroia – per ripristinare la giustizia sociale e tutelare le fasce più deboli, affinché a pagare il conto della crisi siano finalmente i soliti ignoti, a cominciare dagli evasori“.