Italia indignati! Per Berlusconi Magistratura peggiore della Mafia…

Stampa

Berlusconi sulla Mafia

Ormai nessuno può più nascondersi dietro un dito: la gravissima affermazione di Silvio Berlusconi sulla magistratura che è peggio della mafia siciliana richiede una risposta indignata della società civile, della gente onesta e perbene che non merita di essere rappresentata da personaggi come il Cavaliere. Questo appello fuori tempo dovrebbe indurre chiunque abbia un minimo di coscienza civica e di senso dello Stato a tenersi lontano mille miglia da un voto al PdL berlusconiano. Alla luce di questa affermazione saremo in grado di misurare la percentuale di contaminazione mafiosa del sistema-Italia in questa tornata elettorale indecente e che rischia di consegnarci un Parlamento ancora più indecente di quello che ha concluso la legislatura. Parli il Capo dello Stato, parlino i leader dei Partiti che non possono fingere di non aver sentito! Parli Bersani e prenda chilometriche distanze da quest‘uomo e dal suo partito fuori legge!…

Raffaele Lauro

L’affermazione di Berlusconi sulla magistratura, che sarebbe più pericolosa della mafia siciliana, rappresenta una provocazione gravissima, inaccettabile e da respingere con fermezza. Nessuna persona, in buona fede, anche nel PdL, può tollerare un’infamia di questo genere“. Con queste parole il Sen. Raffaele Lauro, ex PdL oggi iscritto al Gruppo Mistro, ha commentato l’ultima uscita del Cavaliere, dicendosi indignato per un’affermazione così grave che non può essere subìta o condivisa da chiunque abbia improntato la propria esistenza e la propria azione politica all’insegna della cultura antimafia. Ricordiamo che proprio Lauro, prima di approdare al Parlamento, è stato Prefetto e Commissario Nazionale Antimafia e il suo impegno in seno alla Commissione Parlamentare Antimafia è documentato da atti importantissimi e da iniziative pubbliche altrettanto significative improntate al contrasto di ogni forma di mafia e di contaminzione della società, della politica, dell’economia! Se l’Italia non si indigna e reagisce di fronte a tali affermazioni, offende la memoria di tanti uomini e donne che fino a oggi hanno immolato la propria vita per combattere la mafia, la mafia siciliana e le tante mafie che sono il cancro vero della nostra bella Italia. Sappiano quelli che domani sceglieranno di votare per il PdL di Berlusconi: col vostro voto avallerete il teorema berlusconiano diventando nemici dell’Italia che ripudia e combatte ogni forma di mafia!