Mocerino alla guida dell’UDC napoletano, la soddisfazione di Marzuillo

Stampa

Carmine Mocerino

Carmine Mocerino, consigliere regionale e componente della commissione sanità, è il nuovo segretario provinciale

Stefano Marzuillo

dell’UDC di Napoli. Una vittoria per l’area del partito che fa capo all’assessore regionale Pasquale Sommese che ha messo fuori gioco l’ala demitiana dando il via a una nuova stagione nel partito campano che passa attraverso il riassetto dell’esecutivo alla Provincia di Napoli, una riscrittura delle alleanze e dei rapporti in Regione, le candidature alle prossime elezioni amministrative prima di giungere al grande appuntamento delle politiche nel 2013. Insomma un passaggio di testimone maturato, secondo i bene informati, dopo un summit romano nel corso del quale Sommese avrebbe messo i demitiani di fronte alla scelta di una conta, con vincitori e vinti, o di un onorevole compromesso sull’elezione di Mocerino che non decretasse di fatta un’area sconfitta. Ha prevalso la seconda opzione e Mocerino si è insediato alla guida del partito napoletano con la benedizione romana e soprattutto quella di Sommese leader indiscusso dell’UDC in Campania dove Giuseppe De Mita&Co non riescono a conservare il primato costruito dallo storico Ciriaco nella lunga stagione politica di cui è stato protagonista.Tra i primi commenti sul successo di Mocerino registriamo quello dell’Avv. Stefano Marzuillo, consigliere comunale dell’UDC a Sorrento: “E’ con enorme soddisfazione che accolgo l’esito del congresso provinciale dell’UDC, che ha visto l’elezione, per acclamazione, dell’On.le Carmine Mocerino alla carica di Segretario Provinciale. Fin dall’inizio della mia carriera politica, infatti, sono legato a Carmine Mocerino da un doppio filo, di appartenenza politica e di sincera amicizia, e sono sicuro che lui rappresenta la giusta sintesi per far crescere il partito in piena armonia fra le varie correnti all’interno di esso; con lo stesso spirito con il quale, da sempre, mi ha insegnato a relazionarmi a tutti gli amici dell’UDC peninsulare, anche nei momenti difficili. Auguri Carmine“. L’elezione di Mocerino alla guida del partito apre nuovi scenari all’UDC campano e napoletano, ma anche peninsulare visto che i due consiglieri provinciali, Apreda e Sagristani, appartengono all’area demitiana. Non è un caso che anche i problemi interni al partito a Sorrento sono dovuti a queste circostanze e all’esigenza del gruppo consiliare di riscrivere il proprio ruolo all’interno della maggioranza del sindaco Cuomo di cui diventano diretti interlocutori come più volte ribadito anche con documenti ufficiali. Una cosa è certa: non è più stagione di equivoci e anche per l’UDC si apre la prospettiva di definire, a tutti i livelli, ruoli e alleanze, ma anche leadership e future candidature alle politiche.