Ma le tette alla crema di Marika Fruscio Cafiero ce le poteva risparmiare!

SORRENTO – E chiaro che inseguendo la logica corrente del bunga bunga presentare la soubrette con le tette alla crema per Antonio Cafiero dev’essersi trattato di una straordinaria performance artistico-gastronomica con la quale soddisfare un allupato vojeurismo sorrentino in nome del Napoli calcio di cui potrebbe risentirsi il presidente De Laurentis per lo squallido accostamento sportivo-artistico-culinario.

Antonio Cafiero e le tette alla crema

A nostro avviso l’esibizione organizzata dall’intraprendente titolare della Gelateria Primavera questa volta è scaduta nel cattivo gusto…Spendere qualche migliaio di euro per far spogliare in piazza una soubrette, Marika Fruscio, che evidentemente non ha altra chance per guadagnarsi da vivere, non è stata sicuramente una felice intuizione…anzi. Bene farebbe la Consigliera sorrentina per le parti opportunità, Maria Teresa De Angelis, a sensibilizzare l’organizzatore dello spettacolo sull’inopportunità per Sorrento di guadagnarsi i “galloni di attrattiva turistica” in questo modo…Altrimenti la prossima volta chissà quale spettacolo la poliedricità di Cafiero oserà proporre!