Abolire gli ordini professionali: scontro tra gli architetti e il Sen. Lauro

Stampa

ROMA – La proposta del Sen. Raffaele Lauro (PdL) di abolire gli ordini professionali ha provocato la piccata reazione del Consiglio Nazionale degli Architetti contraria all’iniziativa parlamentare annunciata da Lauro che già per il passato ha evidenziato che sono maturi i tempi per questa riforma liberalizzatrice. “Non mi stupisce la reazione scomposta (e vagamente intimidatoria!), che respingo, da parlamentare, con assoluta fermezza al mittente, del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, in relazione al mio disegno di legge costituzionale, di iniziativa personale, per l’abolizione degli ordini professionali, né mi sorprendono le fragili argomentazioni addotte a tutela di interessi corporativi consolidati, che non smentiscono le valutazioni economiche della Banca d’Italia. Ciò  significa che ho colpito nel segno. Ora mi aspetto le reazioni, altrettanto virulente, delle altre corporazioni. Il nostro Paese ha bisogno di liberarsi da tutte queste rendite monopolistiche, che lo soffocano“.