40 anni al Mattino, Antonino Pane va in pensione

Il primo ad augurargli nuovi successi è stato il Senatore Raffaele Lauro che ha dichiarato:

Antonino Pane

Da domani, Antonino Pane, lascerà, dopo quattro decenni, per raggiunti limiti di età, il ponte di comando del maggiore quotidiano del Mezzogiorno, dopo una lunga e prestigiosa carriera giornalistica, percorsa ininterrottamente nello stesso quotidiano, accanto a grandi giornalisti e a illuminati direttori, come, tra gli altri, Pasquale Nonno, Sergio Zavoli, Mario Orfeo e Vidmar Cusenza. Continua a leggere

Intervista al Sen. Raffaele Lauro sul contrasto al gioco d’azzardo

Pubblichiamo l’intervista di Carla Isabella Elena Cace al Senatore Raffaele Lauro sul tema del gioco d’azzardo e della  ludopatia in riferimento alla mozione urgente presentata da diversi Parlamentari a sostegno delle iniziative legislative di Lauro.

Sen. Raffaele Lauro (PdL)

In Italia il mercato del gioco d’azzardo, sia il cosiddetto legale o autorizzato che quello illegale, è in fortissima espansione. Tale costume sta producendo effetti devastanti sui redditi delle famiglie e sulle categorie più deboli, nonché un enorme aumento dei reati quali l’usura. Più in generale, vi è un riflesso altamente negativo sul “sistema Paese”, derivante da un’obiettiva, strutturale maturazione della criminalità di tipo mafioso, con la replica del suo modello operativo in tante località non ancora del tutto inquinate dal suo insediamento. Nonostante le segnalazioni, gli accordi internazionali e i regolamenti adottati dai singoli stati, i casinò e le sale da gioco non cessano di rappresentare un collaudato e sicuro canale di riciclaggio, poiché operano con grandi volumi di denaro contante, mentre offrono servizi finanziari dedicati, quali linee di credito, cassette di sicurezza e trasferimento di fondi. Il Pdl ha approvato una mozione urgente per cercare di arginare il fenomeno. Vediamo quali sono le proposte insieme al senatore Raffaele Lauro, componente della Commissione Antimafia.
Continua a leggere

Una volta giocavamo a…guardie e ladri!

Ultimo in ordine di tempo l’incriminazione del Capo della Squadra Mobile (guardia) di Napoli, Pisani, per presunte collusioni organiche con camorristi (ladri)…Qualche giorno fa i vertici della Guardia di Finanza, nell’ambito della mega inchiesta della Procura di Napoli diretta da Giandomenico Lepore sulla cosiddetta P4. Praticamente Napoli è una fogna, non solo per la spazzatura nella quale affoga, ma nel senso letterale del termine perchè anche le istituzioni, ai massimi livelli sono colluse con i nemici: non si sa più che sono le guardie e chi sono i ladri! Continua a leggere

Anche Leone Gargiulo è tra i 5 premiati per i “migliori amministratori italiani”

Leone Gargiulo, sindaco di Massalubrense al suo secondo mandato, è uno dei cinque sindaci italiani che questa sera sarà insignito del premio assegnato ai “migliori amministratori italiani“. Con lui i primi cittadini di Bari, Salerno, Bolzano, e Portici.

Leone Gargiulo sindaco di Massalubrense col collega Gian Michele Orlando (S. Agnello)

Tra i premiati i Sindaci di Bari Michele Emiliano, di Salerno Vincenzo De Luca, di Bolzano Luigi Spagnolli, di Portici Vincenzo Cuomo e di Massa Lubrense Leone Gargiulo ed i modelli vincenti come l’Orchestra giovanile Sanitansamble, Patrizio Trampetti, Silvana Fucito. Parteciperanno artisti come Valentina Stella, Nando Misuraca, Marco Fasano, i Sud Express e Giuseppe Gambi Compie tre anni Città di Partenope, il progetto ideato dal pubblicitario napoletano Claudio Agrelli e definito dalla stampa estera come il più importante progetto di responsabilità sociale realizzato da una piccola impresa del Mezzogiorno d’Italia.  Per celebrare il compleanno della metropoli virtuosa da quest’anno è stato istituito il Premio Città di Partenope organizzato in collaborazione con la Fondazione Trocone. Continua a leggere

Responsabilità Sociale dell’Impresa, la sfida di Certiquality e Confimpresa a sostegno delle PMI

Ieri in tutto il mondo i governi hanno discusso contemporaneamente di “responsabilità sociale dell’impresa” a conferma dello straordinaria attualità che il tema riveste nelle politiche a sostegno dello sviluppo socio-economico dei territori e della competitività delle imprese.

Meeting su "Responsabilità Sociale dell'Impresa"

A Napoli l’argomento è stato oggetto di un’interessante meeting svoltosi nella sala del Consiglio Provinciale di Napoli per iniziativa di Certiquality, ente nazionale di certificazione, di Confimpresa Campania, associazione delle PMI, dell’INAIL della Campania con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli, della Consigliera per le Pari Opportunità della Provincia di Napoli, dell’ANCI Campania. Vincenzo Borrelli, area manager Campania-Molise di Certiquality, ha evidenziato come il tema della responsabilità sociale dell’impresa abbia conosciuto, dopo un momento di crisi, una nuova stagione di protagonismo per accrescere il valore dell’attività d’impresa rendedola protagonista di buone prassi a sostegno dello sviluppo e a tutela degli interessi generali. Continua a leggere

Oggi a Roma la protesta dei Comitati Civici contro le demolizioni

Delusi dalla politica di ogni parte per il mancato varo del decreto “ferma ruspe” col quale si intendevano sospendere le demolizioni dei manufatti abusivi, oggi giovedì 30 giugno 2011 i Comitati Civici che operano nella provincia di Napoli sbarcano nuovamente a Roma per mantenere alto il livello di attenzione sul problema e scongiurare che venga data attuazione alle demolizioni ordinate dalle Procure. L’ultima promessa è stata quella del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi alla vigilia delle elezioni a Napoli: faremo il decreto antiruspe! Promessa  ancora una volta non mantenuta sia perchè il Governo non ha competenze in materia urbanistica sia perchè la Lega Nord ha opposto un netto rifiuto affinchè si varasse una sanatoria degli abusi, confermando così di essere la forza politica che detta legge a Roma sul Governo. Una situazione insostenibile per i comitati che si attendevano una risposta che bloccasse le demolizioni in attesa di varare una sanatoria ristretta ai casi di abusivismo di necessità. I bluff del Governo e dei tanti Parlamentari del centro-destra che periodicamente si sono eretti a paladini della tutela degli interessi dei Comitati sono stati svelati e la manifestazione di questa mattina a Roma rischia di non avere più interlocutori politici diretti, ma soltanto di testimoniare che i Comitati non rinunciano alla lotta! Continua a leggere