Lorenzo Piras e…gli Amici di sempre!

Stampa

Lorenzo Piras

Quando muore un Amico i pensieri che ci affollano la mente sono fatti soprattutto dei ricordi dei momenti condivisi e del rammarico che avvertiamo subito, stringente come un nodo alla gola, di non poterne conoscere altri insieme. Oggi, a 72 anni, è morto Lorenzo Piras, il tipografo-giornalista di via delle Rose a Piano di Sorrento padrone di casa della storica “La Moderna” che, nel corso degli anni, aveva saputo trasformare, con un pizzico di malcelato orgoglio, nel vero e unico salotto cultural-politico indipendente di Piano di Sorrento. Mica un’impresa da poco, per chi sa come vanno le cose nell’ambito del libero esercizio del pensiero…e non solo di quello! Come tutti gli ambienti speciali è in questo salotto che le nostre idee prendevano forma e si esprimevano, si confrontavano, a volte anche veementemente, e si scrivevano, si stampavano e si divulgavano assumendo la forma di articoli di giornale, di pubblicazioni a tema, di libri e, più recentemente, anche di post affidati al nuovo totem della moderna comunicazione sul web. Si trattava sempre di idee forti, anche contrapposte e capaci di alimentare una forte dialettica, finanche polemica, ma pur sempre vissuta all’insegna di un rapporto genuino, disinteressato, trasparente cui il Padrone de “La Moderna” ha sempre ed esclusivamente improntato le  proprie relazioni, permenenti od occasionali che fossero! In tanti ci siamo alimentati a questa sorgente consapevoli che Lorenzo non ci avrebbe mai negato niente di sè, purchè conservassimo intatto il rispetto più assoluto e intransigente delle regole di questo speciale sodalizio: essere cioè persone perbene nella vita pubblica e privata, sempre e a qualsiasi costo, tolleranti rispetto alle debolezze umane, ma intransigenti nei confronti del malaffare, della malapolitica, dell’ignoranza e della cattiveria dei tanti presuntuosi che, nonostante gli sforzi, restavano nudi al cospetto di Piras e degli amici del sodalizio. Alla Moderna e con Lorenzo abbiamo avuto il privilegio di trascorrere un’ampia stagione della giovinezza fino alla maturità, passando attraverso le nostre esperienze di giovani che si affacciano alla vita sociale prima e poi a quella pubblica, all’impegno amministrativo e a quello professionale…di giornalisti. Ma di una categoria speciale di giornalisti: quelli che non si sottraggono al rischio di schierarsi, sempre e comunque, di esprimere giudizi, di suscitare reazioni nell’opinione pubblica per quello che si è capaci di pensare e soprattutto di scrivere e di pubblicare. Siamo cresciuti alla specialissima scuola di Piras in tanti…Lui, decano del giornalismo peninsulare, sempre pronto a sostenere le fatiche dei giovani che sognavano di intraprendere la difficile arte del fare opinione, appunto da giornalisti alla…Piras, tanto per intendersi! “Non ho paura di morire, ma di soffrire” , ci diceva qualche volta anche prima che il subdolo male che lo ha vinto si prendesse tutto di lui, senza risparmiargli la sofferenza, vissuta con estrema dignità e con la speranza, mai deposta, che all’improvviso qualcosa o qualcuno riuscisse a fermare questa macchina infernale riportando in dietro le lancette del suo orologio, per preservarlo alla cara moglie Dora, ai parenti e… agli Amici di sempre. Si, gli Amici di sempre, quelli che lo sono stati in tutte le stagioni, loro per lui e…lui per loro!  Ognuno degli Amici di sempre porterà per sempre nel cuore il ricordo di Lorenzo con l’impegno di rinnovare ogni giorno, sempre e comunque con le proprie idee ed azioni quel modo tutto speciale e straordinario di servire il prossimo! Addio Lorenzo!

ViC

Le esequie di Lorenzo Piras avranno luogo Venerdì 11 marzo 2011, alle ore 9.30 dalla sua casa in Via I Traversa San Michele n°5 alla Basilica di San Michele Arcangelo a Piano di Sorrento. In memoria di Lorenzo questo sito, anche da lui ispirato, osserverà una giornata di silenzio.