Organizzazioni del Turismo contro l’ordinanza del sindaco Trapani

Stampa

Costanzo Iaccarino (Federlaberghi)

META – Hanno messo nero su bianco la contestazione all’atto deliberativo adottato dalla Giunta Comunale di Meta che limita il transito orario dei bus turistici. Agenti di viaggio e Federalberghi si sono rivolti al Prefetto di Napoli e all’ANAS per sollecitare la revisioni del provvedimento adottato dal sindaco di Meta Paolo Trapani e che rischia di avere pesanti ripercussioni sul turismo peninsulare.Scrivono Costanzo Iaccarino (Federalberghi) e Antonino Amuro (Ass. Agenzie di Viaggio PS): “Con riferimento alla delibera provvisoria in oggetto, gli Agenti di Viaggio e gli Albergatori della Penisola Sorrentina considerano tale provvedimento  assolutamente improponibile. La statale 145, che attraversa anche il Comune di Meta, rappresenta l’arteria esclusiva lungo la quale si dirama il traffico da e per la Penisola anche  per le seguenti tipologie:

  1. I Bus dei vettori locali utilizzati per trasferire dall’aeroporto di Capodichino i Clienti provenienti dagli scali europei e intercontinentali con voli Charter, Low cost e voli di Linea regolari. Per tutti questi voli è certamente possibile avere in anticipo l’orario di atterraggio previsto, ma, come l’esperienza insegna, l’orario di passaggio in Penisola può variare anche di molto a seconda della puntualità dell’atterraggio, del traffico che i bus trovano lungo il percorso, tenendo conto anche del rallentamento fisiologico dei mesi estivo per gli stabilimenti balneari a Castellammare.

Ci sono poi i bus in uscita dalla Penisola per i clienti in partenza dagli alberghi anch’essi movimentati in funzione degli orari di partenza dei voli, anche essi certi, ma sempre soggetti a variazioni per ritardi annunciati nel medesimo giorno e quindi assolutamente non prevedibili.

  1. Il traffico escursionistico dei clienti stanziali degli alberghi della Penisola che abitualmente prevede una partenza al mattino dalle ore 7 alle 9 ed un rientro dalle 16 alle 18 ad eccezione dell’ escursione per Roma che parte alle ore 6 e ritorna non prima delle 20.30, senza parlare delle escursioni di mezza giornata che utilizzano sia partenze al mattino con ritorno alle 13.30/14 e sia partenze alle ore 14.00 con ritorno alle 18/19.
  2. Il traffico di bus, proveniente dal Nord, Centro e Sud Italia e da parecchie nazioni europee, che arriva sulle nostre zone della Penisola in una fascia oraria che va abitualmente dalle 15 alle 19 a seconda dei loro itinerari. Questo traffico non è facilmente controllabile e crea altro traffico escursionistico nei giorni successivi all’arrivo, per le visite previste nei loro programmi.

Questo traffico sfugge, quasi in toto, al controllo degli agenti di viaggio della penisola sorrentina.

  1. Il traffico escursionistico prodotto dalle navi che sostano per un giorno sia nella baia della Penisola sorrentina sia a Napoli, con un incrocio di bus che partono da Sorrento per Napoli e viceversa. Trattasi di traffico per la visita di Pompei, Ercolano o Vesuvio e Napoli, come pure per la Costa Amalfitana per i croceristi di Sorrento.

Come si può ben capire una tale sciagurata decisione, unita alla perdurante situazione di crisi,  potrebbe compromettere completamente un sistema estremamente complesso e danneggiare profondamente l’economia di tutta   la Penisola il Comune  di Meta compreso. Il problema del traffico esiste ed è visibile a tutti, ma le soluzioni vanno trovate di concerto con tutti i Sindaci della Penisola, puntando magari su servizi che integrino l’uso della Statale. È evidente che la proposta di chiusura, seppur a fasce orarie, provocherebbe effetti disastrosi per tutti gli altri comuni della Penisola e quindi non può essere la soluzione auspicata ed accettata. Inoltre bisogna anche  considerare che  i bus che giungerebbero sulla statale oltre l’orario consentito  non avendo  possibilità di parcheggio andrebbero a creare ulteriori disagi e  maggiori ingorghi stradali. Inaccettabile è anche l’altra iniziativa in via di definizione che riguarda l’applicazione di un ticket di ingresso durante gli orari di apertura al passaggio dei Bus”.