Per il TG1 Castellammare è il “nuovo bronx italiano”

Luigi Bobbio, sindaco di Castellammare

L’edizione del TG1 delle ore 20 ha dedicato un servizio alla Città di Castellammare di Stabia intervistando il primo cittadino, Luigi Bobbio, che ha ricevuto 7 pallottole a salve nei pressi della propria abitazione a suo dire per il contrasto che sta ponendo in essere anche contro consuetudini natalizie gestite dalla malavita organizzata. Ebbene, il servizio televisivo ha presentato Castellammare di Stabia come la “città del racket, della droga, dell’usura e della camorra“. Uno spot impietoso che forse il Sindaco, molto sensibile ai media, poteva risparmiarlo alla sua Città visto che farla passare, nella cruda semplificazione giornalistica, per il nuovo bronx sicuramente non le rende onore e vanifica i pur lodevoli sforzi delle forze sane che stanno lavorando per restituirle un’immagine migliore anche sul piano turistico per le straordinarie potenzialità e opportunità che Stabia offre. La frittata però è stata fatta…firmato Minzolini!

Caos politico ed elettorale a Piano, l’UDC corteggia Vincenzo Iaccarino…

Gianni Iaccarino (UDC)

PIANO DI SORRENTO – Parafrasando il gergo pugilistico quello che l’UDC ha inferto al Sindaco Giovanni Ruggiero è stato un classico “uno-due” ben assestato in chiusura d’anno. Con due interviste di Gianni Iaccarino, leader dell’opposizione, rilasciate in rapida successione prima al settimanale Agorà e poi al quotidiano Metropolis, si sono riaperti i giochi sulle elezioni pianesi quando ormai tutto già faceva pensare a una corsa solitaria e vincente alla riconferma dell’attuale primo cittadino. Continua a leggere

Brindiamo con spumante campano e italiano è l’invito di Rosario Lopa

Lopa con Farro

Ai festeggiamenti per il nuovo anno con lo spumante campano. Cosi sono intervenuti questa mattina, il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa, e il Presidente del Consorzio dei Vini Campi Flegrei, Michele Farro. Presentantando: BRINDA ITALIANO-BEVI CAMPANO-STAPPA PARTENOPEO. Facciamo in modo che per i festeggiamenti per l’inizio dell’anno nuovo i cittadini napoletani e tutti i campani, stappino bottiglie di spumante prodotto dai vitigni campani. Continua a leggere

Nasce in costiera il comitato “Il welfare non è un lusso”

Assemblea Coop Prisma

META – Non si ferma nella sua protesta contro i tagli al welfare Michele De Angelis che prosegue nello sciopera della fame e incassa sostegno alla sua campagna da tutte le parti politiche e sociali. In occasione dell’assemblea organizzata dalla Cooperativa “Prisma” e svotlasi qualche giorno da nel complesso Montemare a Meta, sono emerse diverse proposte, tra cui anche quella  di costituire un comitato comprensoriale per vigilare sulle politiche pubbliche che riguardano i servizi sociali in penisola sorrentina e di costituire anche in penisola il Comitato “Il welfare non è un lusso“. Continua a leggere

Denuncia di Rivellini alla Corte dei Conti sugli sprechi sanitari in Campania

Pubblichiamo la denuncia che l’Europarlamentare di Futuro e Libertà On. Enzo Rivellini ha presentato al Procuratore Generale della Corte dei Conti di Napoli, dott. Arturo Martucci di Scarfizzi, sugli sprechi nella sanità campana. Continua a leggere

Commemorazione del “Marina d’Aequa”: solo Gnarra a rappresentare l’Amministrazione

Il Marina d'Aequa affondato

SANT’AGNELLO – Questa sera alla Chiesa di San Giuseppe si è tenuta la tradizionale cerimonia di commemorazione della tragedia del Marina d’Aequa con la presenza, oltre che dei familiari, delle rappresentanze istituzionali di tutta la Penisola Sorrentina. A rappresentare il Comune di Sant’Agnello c’era il vice sindaco Pietro Gnarra, mentre erano assenti tutti gli altri Assessori e Consiglieri, ad eccezione di Arturo De Alteris per la maggioranza, mentre erano presenti quasi tutti i rappresentanti della minoranza: Antonino Castellano, Rocco D’Esposito, Agnello Marone, Mario Coppola, Gianni Salvati e l’assessore provinciale Pietro Sagristani. In queste circostanze, soprattutto per la cittadina che ospita la cerimonia, è d’obbligo assicurare una più ampia partecipazione della compagine amministrativa nel rispetto dei ruoli e soprattutto per la memoria delle vittime.