Scuola Vittorio Veneto: “ma i lavori non dovevano iniziare a settembre?”. Il PD interroga il Sindaco Cuomo

Stampa
SORRENTO – Nel primo Consiglio Comunale di maggio 2010 il Sindaco disse che si confidava di poter iniziare i lavori al primo settembre 2010, il mutuo accordato al Comune di Sorrento dalla Cassa Depositi e Prestiti era stato addirittura salutato con un manifesto di ringraziamento del PDL sorrentino al Senatore Lauro (non si è mai capito per quali meriti), era stato detto che la gara d’appalto sarebbe stata bandita a fine settembre, fatto sta che ad oggi vorremmo sapere dov’è il bando per avviare la procedura di appalto dei lavori della scuola Vittorio Veneto. ntanto, ad oltre un anno di distanza dalla chiusura della scuola i risultati sono i seguenti:

 si sono moltiplicati i plessi e con questi i costi di gestione ed i disagi!

– l’Amministrazione Comunale ha preferito spendere 100.000 € per l’aula “Mons. Serena” in Cattedrale che, ci auguriamo, sarà utilizzata soltanto per 9 mesi, mentre il plesso scolastico T. Tasso continua ad avere locali abbandonati ed inutilizzati!

– quali sono i livelli di sicurezza di cui sono dotati il Centro Pastorale di Marano e la sala “Mons. Serena” in Cattedrale che ospitano numerose aule di bambini “sfrattati” dalla V. Veneto?

 Sempre a maggio fu detto che una volta che il progetto fosse stato definitivo in ogni sua piccola parte avrebbe potuto essere oggetto di un incontro anche in Consiglio Comunale. Noi, come i bambini di Sorrento, stiamo ancora aspettando.

Coordinamento Partito Democratico Sorrento

www.pdsorrento.com