IdV: a tutto campo l’impegno di Palagiano e Di Nardo

Stampa

Sen. Nello Di Nardo (IdV)

PENISOLA SORRENTINA: TV, INTERROGAZIONI DI PALAGIANO E DI NARDO (IDV) SU QUALITA’ DIGITALE TERRESTRE IN CAMPANIA.

“La Campania è stata una delle prime regioni ad aver effettuato il passaggio dall’analogico al digitale terrestre, circa un anno fa, nel mese di dicembre 2009, ma sin da subito, si sono registrate numerose segnalazioni di cattiva ricezione del segnale delle reti Rai, nonche’ dei canali Mediaset”. Lo sostengono, in una nota congiunta, i parlamentari campani di Italia dei Valori, Antonio Palagiano e Nello Di Nardo, che in data 17 novembre hanno presentato, alla Camera e al Senato, un’interrogazione a risposta scritta al ministro dello Sviluppo Economico per chiedere se ”sia a conoscenza delle reali condizioni qualitative del segnale del digitale terrestre in Campania e in particolare nell’area sorrentina, e se non intenda continuare ad effettuare puntuali monitoraggi su tutto il territorio nazionale, compresa la Campania, affinche’ gli utenti possano compiutamente usufruire del servizio pubblico radiotelevisivo”.
”Risulta evidente che il passaggio da una tecnologia all’altra puo’ provocare interferenze, intrinseche al mutamento della tecnologia stessa, ma” aggiungono Palagiano e Di Nardo “le situazioni di disagio dovrebbero essere continuamente monitorate dagli Uffici periferici competenti per territorio del Dipartimento per le Comunicazioni al fine di segnalare ai gestori televisivi interessati le soluzioni tecniche da adottare. A tutt’oggi – si legge ancora nell’interrogazione – continuano  ad essere numerose e diffuse in tutto il territorio regionale le proteste di tanti cittadini che lamentano una cattiva ricezione del
segnale. In particolare, nel Comune di Piano di Sorrento, così come nei comuni limitrofi, a causa della particolare posizione geografica e morfologica del territorio. Ciò comporta – concludono i due  parlamentari Idv – una ricezione di segnali riflessi che mutano durante la giornata. Il ripetitore di Sorrento è oscurato dalle colline adiacenti. Quello di Napoli non trasmette il pacchetto completo dei canali e i segnali sono stati valutati molto instabili. Ci auguriamo,
quindi, che il Ministro intervenga al piu’ presto per garantire ai cittadini sorrentini una migliore fruizione.”

On. Antonio Palagiano (IdV)

Sanità. Palagiano (Idv): Su Registro Tumori risposta governo è debole.

“Affermare che un RegistroTumori in Campania esiste gia’, sapendo e, tra le altre cose, confermando che ad oggi esso prevede un’estensione territoriale limitata soltanto a 35 comuni e una copertura di un solo milione di abitanti a fronte dei sei milioni che vivono in Campania, mi sembra ridicolo e quanto mai insufficiente a rispondere alla grave situazione della regione”. Lo dichiara Antonio Palagiano, responsabile Sanita’ dell’Italia dei Valori, commentando la risposta che il sottosegretario Roccella ha dato alla sua interrogazione parlamentare. “Inoltre – continua Palagiano – l’attuale registro campano, a cui fa riferimento il sottosegretario, e’ fermo al 2007 e non riesce a produrre dati utilizzabili per carenza di risorse. E’ evidente che, in una situazione al limite come quella campana, le soluzioni da parte del ministero della Salute, dovrebbero essere piu’ che immediate. Nel mio atto – conclude il deputato dipietrista – ho chiesto l’istituzione urgente di un Registro Tumori in Campania, concertato con la regione, senza dover attendere termini che potrebbero essere prolungati all’infinito, ma non ho ottenuto un impegno concreto e tempestivo da parte di un governo che dimostra, ogni giorno che passa, di non essere sensibile ai problemi degli italiani, specie quando si tratta di tutelare un diritto fondamentale ed imprescindibile come quello alla salute”.

Grande soddisfazione esprimono anche gli esponenti locali dell’Idv a Sorrento e Piano di Sorrento, Antonetti e Ciampa, sottolineando la vicinanza dei parlamentari di riferimento ai problemi locali dei loro concittadini e la forte espansione del partito in ambito peninsulare.