Antonetti, troppi parcheggi che danneggiano l’interesse del Comune

Stampa

Avv. Giovanni Antonetti (IdV)

SORRENTO – L’Italia dei Valori, attraverso il suo responsabile cittadino l’avv. Giovanni Antonetti, ha redatto un documento col quale denuncia la realizzazione di un intervento nell’ambito del piano urbano parcheggi che, se realizzato, potrebbe danneggiare il parcheggio pubblico Correale. Scrive Antonetti: “Si ritiene opportuno segnalare al Comune di Sorrento, in persona del Sindaco Giuseppe Cuomo, all’Ufficio Lavori Pubblici ed Urbanistica ed all’Assessore con relative deleghe Mariano Pontecorvo, nonché agli altri organi indicati in epigrafe, la seguente situazione relativa al Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.) del Comune di Sorrento, che sarà a breve portato all’esame del Consiglio Comunale. Detto strumento urbanistico è stato adeguato alla delibera del Consiglio Comunale di Sorrento n. 35 del 17 settembre 2007 e modificato secondo le prescrizione dell’Ente Provincia di Napoli in sede di Conferenza dei Servizi del 5 novembre 2010; tralasciando, in questa sede, le problematiche di carattere procedimentale da cui è affetto l’intero iter che dovrebbe concludersi con l’esame in consiglio comunale, e che saranno affrontate da tutti i partiti di opposizione e dalle associazioni ambientaliste e culturali, si fa notare che il P.U.C. recepisce anche il Piano Urbano Parcheggi (P.U.P.), questo sì, atteso da tanti privati proprietari di terreni………….incolti. Ed è proprio il tema dei parcheggi, il motivo principale e predominante per il quale il P.U.C. ha subito una improvvisa ed ostinata accelerazione, dopo essere stato praticamente stravolto dalla Provincia; dall’esame delle tavole del nuovo strumento urbanistico si evince, infatti, una quantità smisurata di parcheggi pertinenziali da realizzarsi nel sottosuolo di aree, adibite a giardini, che attenti investitori immobiliari ed edili, hanno acquistato sperando in un…………..futuro affare. Ma la questione più eclatante, sulla quale mi soffermerò in questo primo intervento sul P.U.C., e che intendo porre alla vostra attenzione per avere delucidazioni, è la previsione di un progetto per la realizzazione di un grande parcheggio interrato in località Marano, con accesso da viale Nizza; negli anni addietro, a quanto è dato sapere, sono state numerose le richieste di approvazione di un progetto per un parcheggio in detta area, sempre respinte dalla competente Soprintendenza, ragione per cui è stato attivato il procedimento straordinario ed “in deroga” per il rilascio del parere ambientale in via surrogatoria, ai sensi della L. 8  agosto 1985 n. 431, che si attiva nel caso in cui “il comune non si esprime su una richiesta della parte per ottenere il rilascio di una concessione edilizia”. Il cerchio si chiude con l’attuale Piano urbanistico Comunale, in cui detto giardino, la cui proprietà risulta dai Pubblici Registi Ipotecari e Catastali nonché dal Registro Imprese, è incluso nelle aree V22 e P24, che in esecuzione dell’altro piano implicitamente contenuto, quello parcheggi, rientra in  zona “PARCHEGGI INTERRATI”. E’ evidente come detta operazione edilizia non solo sia del tutto inutile per le esigenze dei residenti, data la immediata vicinanza di ben 2 parcheggi privati, “Pollio” e quello con acceso da corso Italia immediatamente dopo il quadrivio in località marano, ma soprattutto dalla presenza del parcheggio pubblico “Correale”, al quale, anzi, si arrecherebbe un danno, che si aggiunge alla perenne crisi di incassi ed alla elevata rata di mutuo pubblico a carico di noi cittadini, tanto da portare l’amministrazione comunale ad  aumentare il prezzo della sosta in “Strisce Blu” da 1 euro a 2 euro, per incentivare l’utilizzo della menzionata struttura pubblica; se a queste problematiche logistiche, si aggiungono le ragioni di tutela del territorio e la circostanza che dette attività edilizie speculative non trovano neanche riscontro in una corrispondente domanda da parte dei cittadini, a causa degli elevati ed assurdi prezzi di vendita dei box realizzati, si comprende come l’intero affare prospettato debba continuare ad essere bocciato con tutte le forze e competenze di cui dispone il Comune di Sorrento. Tanto premesso, esposto ed enunciato, vista la gravità ed urgenza della questione, alla luce dell’imminente consiglio comunale e delle possibili incompatibilità di voto in cui potrebbero versare i consiglieri comunali, chiedo formalmente allo spettabile Comune di Sorrento, all’Ufficio e Assessorato competente, per quanto di rispettiva spettanza e competenza:

a) se corrisponde al vero che sono stati presentati negli anni precedenti progetti per la realizzazione di un parcheggio interrato in zona marano con accesso da viale Nizza;

b) di specificare, rendendo pubblica tale informazione, se la proprietà di detta area-giardino è riconducibile a consiglieri comunali o comunque ad amministratori pubblici del Comune di Sorrento;

c) se corrisponde al vero che sia stato nominato un Commissario Straordinario ai sensi della L. 431/1985, per il rilascio del parere ambientale relativo a detta opera e se detto parere sia stato recentemente rilasciato in senso favorevole;

d) di conoscere e rendere pubblica alla cittadinanza, le notizie relative alla politica che il Comune di Sorrento intende adottare in merito alla realizzazione di detto parcheggio, ed ai possibili danni economici che detta struttura potrebbe arrecare al parcheggio pubblico “Correale”.

Fiducioso nella rinnovata volontà di trasparenza dell’amministrazione pubblica, a beneficio e nell’interesse esclusivo dei nostri concittadini sorrentini, attendo Vostro pronto riscontro e porgo Distinti Saluti.