Basta polemiche sui primati, un po’ di etica non guasta!

Stampa
Abbiamo lasciato sviluppare la polemica sulla pubblicazione di articoli originali e incrociati – prima io, prima tu – sui vari media per la semplice ragione che covava nella cenere da tempo animando discussioni e, in qualche caso, anche esacerbando gli animi di operatori di informazione che sembrano rincorrersi e rinfacciarsi ad ogni piè sospinto meriti, colpe, primati, record, scoop (?)…A questo punto credo sia corretto, oltre che doveroso, cessare le belligeranze – per cui non pubblicheremo più commenti e polemiche a riguardo che nulla aggiungo o levano al discorso – facendo appello a quel senso di responsabilità personale e di etica professionale per il quale dichiarare correttamente le fonti non costituisce una “diminutio” per il proprio lavoro, ma un valore aggiunto per la qualità  e per la completezza dell’informazione. Sarebbe inoltre la prova anche di una maturità della categoria che, pur rendendo un prezioso servizio alla comunità, spesso sottovalutato, mal interpretato e strumentalizzato, non è ancora in grado di far valere quelle logiche che, in fin dei conti, valgono per tutti e per tutte le circostanza, anche se in momenti e condizioni a volte differenti. Poi, ovviamente, ognuno è libero di comportarsi come meglio crede…senza poi lamentarsi!