La “settimana contro la violenza” a Sorrento

Stampa
SORRENTO – Nell’ambito della “Settimana contro la violenza” indetta dal Ministero delle Pari Opportunità, il Comune di Sorrento, rappresentato dal consigliere Maria Teresa De Angelis, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità, presieduta dalla Prof.sa Lucrezia Trovato del Liceo Artistico “F. Grandi”, l’Associazione “Peninsula Felix Onlus”, presieduta da Luigi Di Prisco, ed il Leo Club Penisola Sorrentina, presieduto da Giovanna Russo, hanno promosso un ciclo di incontri presso gli Istituti di Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado. L’iniziativa, incentrata su una serie di incontri-dibattito con le Forze dell’Ordine rappresentate dall’Arma dei Carabinieri con Capitano Massimo De Bari e il capitano della compagnia di Sorrento Maraniello, nonché dalla Polizia di stato rappresentata dai Sostituti Commissari Bruno e Masullo, si è svolta dal 13 al 14 ottobre presso il Liceo Scientifico “G. Salvemini”, la Scuola Media “T. Tasso” ed il Liceo Artistico “F.Grandi”. Attraverso le “Giornate contro la violenza”, i promotori hanno inteso portare all’attenzione dei giovani le problematiche connesse alla violenza in ogni sua forma, dal bullismo agli abusi sulle donne, dalla violenza familiare al teppismo negli stadi. La partecipazione volontaria degli alunni al dibattito con le Forze dell’Ordine ha rappresentato un’occasione propizia per contribuire alla costruzione di una sensibilità civica tra le giovani generazioni. Questa iniziativa – dichiara Luigi Di Prisco – è stata resa possibile grazie a strette sinergie tra l’amministrazione comunale di Sorrento molto sensibile a questo tipo di attività, la commissione pari opportunità, il mondo dell’associazionismo giovanile e alla grande disponibilità ed attenzione delle forze dell’ordine nei confronti della prevenzione nelle scuole. Il percorso avviato oggi ad inizio anno scolastico – conclude Luigi Di Prisco Presidente Associazione Peninsula Felix Onlus – avvia una stretta collaborazione che si è creata tra gli enti propositori di queste due giornate che sarà volta ad una serie di incontri ed attività incentrati sulla legalità che riguarderà il mondo della scuola che si svolgerà a partire dai prossimi mesi. Vedere tanti alunni ascoltare con così grande attenzione – dichiara Giovanna Russo – è stata una grande emozione in quanto è una cosa fondamentale che i ragazzi abbiano consapevolezza e ragione che le forze dell’ordine sono una realtà vicino a loro e per questo non bisogna mai avere timore di denunciare a voce alta alle autorità competenti qualsiasi tipo di violenza.