I giovani dello scientifico entusiasti di Zanotelli

Stampa
SORRENTO – Grande lezione di vita da parte di Padre Alex Zanotelli a Sorrento. “Bisogna abbattere il muro tra chi ha e chi non” .  Ieri mattina, incontrando circa 500 alunni del liceo Scientifico Salvemini il Padre Comboniano da anni in prima linea sia per le missioni che per i diritti civili mondiali, ha commosso i tanti alunni e docenti presenti narrando alcune tappe e aneddoti della sua vita al servizio dei poveri. L’incontro svolto presso il Teatro Tasso di Sorrento è stato introdotto dal Presidente dell’Associazione Peninsula Felix Onlus Luigi Di Prisco, dal Preside del liceo Scientifico Gaetano Salvemini Giuseppe Montella, e dal consigliera comunale di Sorrento Maria Teresa De Angelis che ha portato i saluti dell’intera amministrazione comunale. Ha preceduto l’intervento di padre Alex una relazione introduttiva sulla povertà sviluppata dal docente di filosofia Catello Porzio. Tra i temi trattati da padre Alex Zanotelli ci sono state alcune tra le sue tappe fondamentali della sua vita sia di uomo che di religioso al servizio della comunità. Dopo aver accennato alla sua esperienza editoriale con Nigrizia, poi cacciato a metà degli anni 80 a causa di un editoriale che criticò i poteri politici dell’epoca anticipando di circa 6 anni tangentopoli, padre Alex si recò a Korogocho baraccopoli posta nella periferia di Nairobi in Kenya. Proprio sul terreno di Korogocho, è stato incentrato la maggior parte dell’incontro. In questa baraccopoli più grande del mondo, in qui di umano non c’è nulla oltre all’estrema povertà per 17 anni padre Alex Ha combattuto contro l’Aids, fame, prostituzione, droga, alcolismo e violenza, cercando di portare un sollievo cristiano ai fratelli africani. La sintesi c’è stata in un accorato appello ai tanti giovani presenti, invitandoli a cambiare il proprio atteggiamento, in quanto se non ci sarà un cambio di passo loro saranno il presente visto che non ci sarà un futuro. Tra gli altri temi attuali trattati c’è stata l’emergenza rifiuti e il concetto di acqua bene pubblico. A concludere la giornata di sono state diverse domande da parte di ragazzi liceali che hanno rivolto a padre Alex. Questo incontro – dichiara Luigi Di Prisco Presidente dell’Associazione Peninsula Felix Onlus – oggi per l’intera città di Sorrento e per i ragazzi che hanno preso parte è un giorno felice, avere un personaggio della caratura umana come padre Alex non è una cosa da tutti i giorni, spero che i suoi insegnamenti di vita aiutino tutti noi a perseguire la strada giusta per un miglioramento delle nostre condizioni proprio correggendo alcuni atteggiamenti della vita di ogni giorno.  Stupenda è stata la proposta da parte di una giovane liceale che si è impegnata per l’intero istituto a non utilizzare più le bottigline di acqua minerale in uso nel distributore scolastico ma di riempirle con acqua naturale dal rubinetto.