Antonetti (IdV): precaria situazione della struttura sportiva di via Califano

Stampa

Giovanni Antonetti (IdV)

SORRENTO  – Non conosce soste l’iniziativa politica di Giovanni Antonetti – Italia dei Valori – che continua a evidenziare all’Amminsitrazione di Giuseppe Cuomo problematiche che richiedono l’assunzione di una decisione da parte dall’Ente. E’ la volta della struttura sportiva di proprietà comunale sita in via Califano, con ingresso immediatamente successivo allo stadio “Italia”. Si tratta di un complesso composto da n. 2 campi da tennis, n. 1 campo di calcio a cinque con manto in erba sintetica, annessi spogliatoi, nonché locale adibito ad attività commerciale/bar con antistante area e giardino di pertinenza. La sezione sorrentina del partito Idv ha ricevuto numerose segnalazione da parte di cittadini e degli utenti del complesso in merito allo stato non ottimale della indicata struttura, a partire dalla tenuta dei campi da tennis, che abbisognano di continua manutenzione. Inoltre ci viene segnalato che il precedente contratto di affitto è da tempo scaduto e quindi l’attuale gestione viene svolta di fatto, elemento che se fosse confermato, costituirebbe un grave precedente in termini di violazione dei principi di correttezza e trasparenza della gestione amministrativa di beni pubblici. Antonetti chiede a Cuomo:

a) di acquisire il documento contrattuale dal quale è deducibile la legittimazione dell’attuale soggetto conduttore all’utilizzo del complesso sportivo in oggetto ed alla pertinente attività commerciale/bar;

b) fornire la documentazione amministrativa giustificativa (delibera di giunta, determina dirigenziale, etc.) dell’iniziale assegnazione in locazione dei locali in parola all’attuale conduttore e della successiva proroga formale, ove esistente;

conseguentemente e comunque all’esito di accertamenti interni ai Vostri Uffici, di

c) verificare se l’attuale conduttore è legittimato all’utilizzo dei citati locali, in ragione di quale durata, accertandosi se la stessa deriva da unitario periodo di affitto contrattuale iniziale, ovvero da proroga successiva contenuta in obbligatorio documento di rinnovo o, in alternativa, comunicare e rende noto alla cittadinanza se non esiste alcuna legittimazione ed adottare quindi gli opportuni provvedimenti;

d) in caso di mancato riscontro di legittimo titolo contrattuale, adottare tempestivamente, in esecuzione dei principi di buon andamento e trasparenza della pubblica amministrazione ed al fine di scongiurare un definitivo ed irrimediabile danno erariale per il Comune di Sorrento, provvedere ad emettere immediati provvedimenti amministrativi per l’apertura del bando pubblico di assegnazione della struttura sportiva in parola, dandone adeguata informazione ai cittadini mediante affissione di manifesti e pubblicazione sul sito internet ufficiale del Comune.

In merito ai criteri selettivi del prossimo bando, ci permettiamo di suggerire i seguenti criteri di scelta, al fine di garantire una buona redditività per le casse comunali, un servizio altamente qualificato e soprattutto per dare opportunità lavorative ai nostri giovani concittadini, come da tempo richiesto:

– congruità dell’offerta economica,

– garanzia di prestazione qualitativa dei servizi sportivi, nonché di pulizia e manutenzione delle aree circostanti;

giovane età dei partecipanti (tra i 18 ed i 35 anni), quali imprenditori individuali, ovvero soci di società di persone o capitali.