Antonetti (IdV): perchè il Comune non risponde alla Regione? A Chianciano il corso di formazione politica

Stampa

Avv. Giovanni Antonetti IdV Sorrento

SORRENTO – L’Italia dei Valori rappresentata dall’avv. Giovanni Antonetti continua a intervenire nei riguardi dell’Amministrazione cittadina soffermandosi questa volta a chiedere delucidazioni in merito al mancato riscontro documentale alla Regione Campania inerente il finanziamento di alcune iniziative svoltesi nel corso dei mesi scorsi.  “Si ritiene opportuno segnalare al Sindaco di Sorrento, agli Uffici ed Assessorati competenti, la seguente questione, relativa al rispetto degli obblighi finanziari, contratti dal Comune di Sorrento nei confronti dei soggetti organizzatori (società ed Enti) delle manifestazioni indicate che, tra numerose polemiche (quali, tra le altre, i dubbi scientifici sulla presunta veridicità dell’autoritratto di Leonardo ed i forti contrasti tra la troupe del premio Caruso e la Cooperativa Sant’Anna di Marina Grande) hanno comunque “allietato” i cittadini sorrentini nell’estate 2010. La sezione sorrentina del partito Idv aveva già posto l’attenzione e chiesto all’Amministrazione Comunale, con nota del 22 luglio (Prot. n. 26.667), chiarimenti sulla valutazione qualitativa mostra “Leonardo e il rinascimento fantastico” in relazione alle spese sostenute  ed al reale apporto in termini di afflusso turistico; a tutt’oggi, purtroppo, non è pervenuta alcuna risposta. Dall’articolo apparso in prima pagina sul quotidiano regionale “Metropolis” del 5 ottobre 2010, titolato “Grandi Eventi, la Regione blocca i fondi”, si apprende che la pratica intrapresa dal Comune di Sorrento, per il finanziamento regionale degli eventi in oggetto, avrebbe subito una sospensione a causa della mancata presentazione, da parte dello stesso Ente comunale, di documentazione integrativa richiesta dalla Regione Campania. Detta situazione di stallo risulta confermata dal contenuto della nota inviata dalla Giunta Regione Campania, Settore Sviluppo e Promozione del Turismo, al consigliere Comunale della Lista Civica “Insieme per Sorrento” Rosario Fiorentino, ricevuta dallo stesso in data 30 settembre 2010 (Prot. n. 34.476); nella stessa, infatti, è testualmente affermato che “A seguito di specifica istruttoria, con nota n. 563029 del 01/07/2010, il Comune è stato invitato a fornire alcune integrazioni al progetto esecutivo presentato, necessarie a consentirne l’ammissione al finanziamento a valere sulle risorse del PO Fesr Campania 2007/2013 Obiettivo Operativo 1.12. Si tratta di integrazioni inerenti il cronoprogramma dell’evento, il suo piano di comunicazione e i risultati in termini di flussi turistici dell’iniziativa……..…Il Settore scrivente è tuttora in attesa delle integrazioni richieste; fino alla presentazione delle stesse, il procedimento di ammissione al finanziamento a valere sulle risorse europee è da ritenersi sospeso”. Tanto esposto ed enunciato, formalmente chiedo allo spettabile Comune di Sorrento, agli Uffici ed agli Assessorati competenti, di: a) conoscere se corrisponde al vero che l’indicata pratica di finanziamento è bloccata per inadempimento, da parte del Comune di Sorrento, alla richiesta di integrazioni, giacente da ben tre mesi, accertare eventuali responsabilità omissive ed adottare i dovuti provvedimenti; b) individuare la causa di detta mancata integrazione, valutando se corrisponde a grave negligenza del titolare del relativo procedimento ovvero se la stessa dipenda dall’effettiva carenza dei dati richiesti, relativi al cronoprogramma dell’evento, nonché al suo piano di comunicazione e soprattutto ai risultati in termini di flussi turistici dell’iniziativa; c) rendere pubblici e facilmente consultabili da tutti i cittadini sorrentini i dati relativi alla reale affluenza di pubblico alla mostra “Leonardo e il rinascimento fantastico” ed ai costi e spese sostenute per il menzionato evento e per il “Premio Caruso 2010”; d) fornire notizie e rassicurare i nostri concittadini in merito alla effettiva possibilità che il Comune di Sorrento non riesca ad ottenere il finanziamento regionale, rischiando di risultare inadempiente nei confronti dei soggetti creditori, esponendo quindi le casse comunali al rischio di controversie giudiziarie e richieste di risarcimento danni”.  Inoltre si conclude oggi il corso nazionale di formazione politica del partito “Di Pietro – Italia dei Valori”, a Chianciano Terme dal 7 al 10 ottobre, che ha visto per la prima volta la partecipazione della penisola sorrentina, rappresentata dall’avvocato sorrentino Giovanni Antonetti. Un altro tassello che si aggiunge alla crescente e costante attività di radicamento sul territorio peninsulare del partito dell’Idv, guidato dai suoi parlamentari, il deputato Antonio Plagiano ed il senatore Aniello Di Nardo. Un’attività intensa ed al servizio dei cittadini, distribuita sull’intero territorio costiero; dalla costante attività di opposizione dell’avvocato Antonetti nel Comune di Sorrento, alla quotidiana presenza delle sezioni di Piano di Sorrento e Vico Equense, organizzate e pronte per le prossime elezioni comunali e rispettivamente guidate dai docenti Francesco (Ciccio) Ciampa e Marica Esposito. Grazie al costante impegno profuso dagli iscritti alle sezioni locali, ed al concreto interessamento dei parlamentari di riferimento, sono stati raggiunti traguardi importanti (consultabili anche sul sito www.idvpenisolasorrentina.it) che collocano il partito guidato dal Presidente Di Pietro tra le maggiori forze politiche dell’intero panorama politico locale, puntando a confermare, in caso di prossime elezioni, l’attuale primato della rappresentanza peninsulare più numerosa in Parlamento.