Maresca, l’Udc e le polemiche sulla scuola a Piano…

Stampa
PIANO DI SORRENTO – Non conosce tregua la contrapposizione dell’UDC e di Gaetano Maresca all’amministrazione del sindaco Giovanni Ruggiero. Dal suo blog “in città c’è movimento” Maresca – ricordiamolo ex difensore civico nella gestione del sindaco Luigi Iaccarino – fa le pulci quotidiane all’operato di Ruggiero&C. Da un po’ di tempo a questa parte oggetto delle critiche e degli attacchi è il vice sindaco Vincenzo Iaccarino che si occupa delle scuole e dello sport, cioè di due settori importantissimi della pubblica amministrazione e di fronte ai quali bisogna essere molto cauti nell’alimentare polemiche chiaramente politiche in quanto investono ambiti e persone che non possono avere un’identità politica comune e quindi sono incapaci e impossibilitati a controbattere sullo stesso piano. Male farebbero se lo facessero!Sulla mancata ricostruzione della scuola elementare capoluogo, nelle scorse settimane, si è consumato uno scontro all’arma bianca tra Maresca e il Vice Sindaco, vinto a nostro avviso dal secondo visto che Maresca ha rimosso dal suo blog ben due post che avevano scatenato la polemica!  Il che qualcosa deve pure significare, altrimenti perchè Maresca ha rinnegato – o censurato – sè stesso? Iaccarino ha replicato alle accuse di Maresca invitando tutti i protagonisti, di prima e seconda fila, a visitare le scuole di Piano per toccare con mano la piena funzionalità delle strutture e per verificare lo stato di soddisfazione della dirigenza scolastica, quest’anno assurta agli onori di istituto comprensivo con la dottoressa Sagliocco. Nella furibonda polemica di Maresca si è registrato un vero e proprio “affondo” ai danni della dirigente scolastica, apostrofata in modo assolutamente irrituale da Maresca ai limiti dell’offesa personale e professionale! Forse che la Dirigente, riconoscendo che la situazione scolastica di Piano non presenta emergenze, abbia peccato agli occhi dell’Udc di “servilismo politico” nei confronti dell’Assessore all’Istruzione e del Sindaco? Il sospetto, per loro, è più che legittimo… A scanso di equivoci, pur rispettando al massimo le opinioni di chicchessia e la libertà di esprimerle, l’attacco alla dottoressa Sagliocco, nelle forme e nei contenuti, appare assolutamente fuori luogo da parte di un esponente politico che non fa mistero del proprio progetto politico-elettorale alternativo all’amministrazione comunale in carica. Poichè la dirigente, funzionaria pubblica, sicuramente non può intavolare con la politica e con un privato cittadino una polemica che rischia di mortificare il proprio ruolo e la neutralità che la scuola deve avere verso qualunque parte politica nell’interesse di studenti e docenti, riteniamo necessario evidenziare questo errato comportamento di Maresca, evidentemente avallato dalla propria parte politica e facendosi, così, un uso strumentale della scuola in chiave politica. Ciò non può e non dev’essere consentito perchè ne scaturisce una confusione di ruoli e di competenze che possono soltanto danneggiare l’istituzione scolastica. Ferma restando l’assoluta libertà di Maresca, come di chiunque altro, di vigilare e di criticare l’operato politico-amministrativo dell’Assessore o dell’Amministrazione, l’azione della dottoressa Sagliocco, quale dirigente dell’Istituto omnicomprensivo, va valutato nelle sedi competenti, quelle scolastiche, e su argomenti attinenti alla funzione che ricopre da parte di chi ne è facultato. Altrimenti qui si continua a fare di tutta l’erba un fascio e  proprio sulla scuola, come purtroppo vediamo ogni giorno, rischiano di aprirsi contese politiche che con l’istruzione e con i gravi problemi quotidiani di docenti, personale amministrativo e studenti  nulla, proprio nulla, hanno a che vedere!